mercoledì 13 giugno 2018

Indiana Jones 5... non ci siamo!

Allora, ragazzi, ho combinao un casino... dovevo dire che questo post l'abbiamo scritto io e Mara ma mi sono dimenticata di auto-citarmi.
Pardon, è colpa del caldo quasi estivo ;-)


 
The Hollywood Reporter ha riportato la conferma tanto attesa: Steven Spielberg sta lavorando al casting per la versione cinematografica di West Side Story, ma questo progetto dovrà attendere per essere realizzato: prima, nel 2019 sarà il momento delle riprese di Indiana Jones 5, con un arrivo previsto nelle sale in un punto indefinito del 2020.
Considerato che Shia LaBeouf è ormai fuori dai giochi malgrado il suo ritorno sul grande schermo con Borg/McEnroe, la saga ha ovviamente bisogno di un nuovo successore, visto che il 75enne Ford, pur essendo ancora in ottima forma, prima o poi dovrà inevitabilmente cedere cappello e frusta, mentre la Disney ha tutte le intenzioni di portare avanti il franchise: allora chi meglio di uno dei suoi attori già protagonista dell'universo cinematografico Marvel?
Per Pratt si tratterebbe del terzo franchise di cui fare parte, per la major un volto di richiamo per sostituire uno insostituibile.
Non esistono altri dettagli oltre al fatto che esiste già una sceneggiatura, opera di David Koepp, veterano di Hollywood da Jurassic Park agli Spider-Man di Sam Raimi fino a Mission: Impossible Protocollo fantasma e il non molto fortunato La Mummia.
In attesa di ulteriori conferme, voi riuscite a immaginare Chris Pratt come futuro Indiana Jones?

Partiamo da una piccola ma interessante questione su cui si potrebbe disquisire per i secoli a venire: vi siete accorti che praticamente da quando sono nata (che bello, ogni tanto dei fratelli maggiori servono: aggiornamenti sempre utili sul passato!) non si fa altro che RIPROPORRE tutto quanto di bello è stato fatto nel cinema (o nei cartoni) con risultati altamente discutibili?
Chiamatelo reebot, remake, risuscitazione ma alla fine è sempre la stessa storia.

A volte funziona.
Per esempio, mi è piaciuto tantissimo il nuovo Star Trek mentre sinceramente vorrei seppellire nel dimenticatoio quell’angoscia esistenziale che è lo Star Wars della Disney.
Ho adorato Linea Mortale con Kiefer Sutherland e Julia Roberts, ma il remake ha fatto pena.
E La Casa?
Ma chi ha voluto rifarlo dovevano fermarlo subito!
Poi c’è Indiana Jones.

La trilogia originale era bellissima, l’ho vista un sacco di volte e la trovo sempre favolosa.
Poi c’è stato il quarto capitolo stile “terza età con happy end variegato in Fronte del Porto con gli alieni e i russi”.
E adesso il quinto capitolo.

Non lo so, dopo quell’orrore che è stato Blade Runner 2049 un po’ mi angoscia l’idea di rivedere Harrison Ford simil Yoda (per le rughe) nei panni di quello strafigo che è stato Indy.
Mi sa tanto di “esaliamo l’ultimo respiro a caccia di chissà quale tesoro”.
A voi non fa questo effetto?

Mah, staremo a vedere...

Post nerd più popolari